Area Marina Protetta Parco Sommerso di Gaiola - Discesa Gaiola (Cala S. Basilio), Napoli - 0812403235

EDUCAZIONE AMBIENTALE

 

Svolgimento:

 

Modulo BIO: si scopriranno le incredibili risorse biologiche del nostro mare, comprendendo come l’elemento “uomo” sia di fondamentale importanza all’interno dell’ecosistema marino e come il suo rapporto col mare  sia mutato con lo scorrere del tempo, alterandone l’equilibrio ed impoverendone le risorse. Il Parco Sommerso di Gaiola rappresenterà un vero e proprio laboratorio didattico sul campo dove toccare con mano le risorse del nostro mare.

Modulo ARCHEO:  si proporrà un viaggio sulle tracce dei popoli che si sono succeduti sulle nostre coste, alla riscoperta delle nostre radici e della nostra storia, fino a provare l’ebbrezza della scoperta attraverso i laboratori di archeologia e la simulazione di uno scavo archeologico presso il Parco Archeologico-Ambientale del Pausilypon.

Modulo NATURA:  si osserveranno le principali caratteristiche floro-faunistiche della vegetazione mediterranea presente lungo la costa di Posillipo, vero e proprio “giardino didattico”, e grazie ai laboratori di disegno naturalistico ed osservazione diretta della natura, si sensibilizzeranno le nuove generazioni sul tema della biodiversità e della conservazione della natura e delle sue risorse.

Per maggiori info sul progetto: CLICCA QUI

" I Mari di Napoli"
Progetto di Educazione Ambientale, Naturalistica e Culturale

L’Area Marina Protetta Parco Sommerso di Gaiola, con il suo immenso patrimonio archeologico e la straordinaria ricchezza di vita che ne caratterizza i fondali, può considerarsi come un vero e proprio laboratorio ecologico, in cui osservare e toccare con mano lo stretto legame che da sempre sussiste tra l’uomo ed il mare, per comprendere l’importanza della tutela del patrimonio storico e naturalistico in un’area di spettacolare bellezza ed unicità del Golfo di Napoli.

Il progetto didattico, denominato “I Mari di Napoli”, ha come finalità quella di guidare le nuove generazioni alla riscoperta di un universo, quello marino, che malgrado sia onnipresente nella vita e nella storia di una città di mare, come Napoli, è troppo spesso ignorato e del tutto sconosciuto a chi quotidianamente ci vive accanto.

 

 

Il titolo del progetto, preso in prestito da una famosa novella di Matilde Serao, vuole porre l'accento sulle diverse sfaccettature e i diversi "valori" che possiede il mare della Città di Napoli, da quelli prettamente naturalistici a quelli storico-archeologici. 

Differenziato per scuole elementari, medie e superiori, il progetto didattico prevede lezioni in classe, attività laboratoriali presso il CeRD (Centro Ricerca e Divulgazione) del Parco, visite guidate con il battello dal fondo trasparente Aquavision, laboratori di scavo archeologico ed anche attività di seawatching con maschera e pinne per l’osservazione diretta dell’universo marino.

 

 

1/1