Il Parco Sommerso di Gaiola alla XXIII Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico



Dal 25 al 28 novembre il Parco Sommerso di Gaiola prenderà parte alla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, a Paestum, giunta alla sua XXIII edizione. Con circa 10.000 visitatori, 150 espositori da 20 Paesi esteri, 100 tra conferenze e incontri, 500 tra moderatori e relatori, 100 operatori dell’offerta, 100 giornalisti – la Borsa rappresenta un’occasione unica di incontro e di approfondimento e divulgazione di tematiche relative al turismo culturale ed al patrimonio, in particolare archeologico, a livello internazionale.

Infatti, sottolineando l’importanza che il patrimonio culturale riveste come fattore di dialogo interculturale, d’integrazione sociale e di sviluppo economico, ogni anno la Borsa promuove la cooperazione tra i popoli attraverso la partecipazione e lo scambio di esperienze: infatti sono coinvolti organismi internazionali come UNESCO, UNWTO e ICCROM e Paesi esteri come Egitto, Marocco, Tunisia, Siria, Francia, Algeria, Grecia, Libia, Perù, Portogallo, Cambogia, Turchia, Armenia, Venezuela, Azerbaigian, India che negli anni sono stati ospitati.


Dal 25 al 28 novembre il Parco presiederà uno stand al Salone Espositivo della BMTA, il primo e più grande salone espositivo al mondo dedicato al turismo archeologico.


Inoltre, il Direttore del Parco Sommerso di Gaiola, Maurizio Simeone, interverrà alla Prima Conferenza sul Turismo Archeologico Subacqueo che si terrà venerdì 26 novembre alle ore 14.00. In questa occasione verrà presentata la candidatura al Consiglio d’Europa dell’Itinerario Europeo del Patrimonio Culturale Subacqueo del Mediterraneo, un percorso subacqueo che metterà in rete diversi siti archeologici sommersi in Italia e nei Paesi del Mare Nostrum, come Grecia, Egitto, Israele e Turchia. Tra i siti archeologici sommersi coinvolti nell’itinerario rientra anche il Parco Sommerso di Gaiola.


Ecco il video racconto dell'evento:


News in evidenza
News recenti
Archivio