Il Parco Sommerso di Gaiola e l'Agenda 2030: per una Prevenzione Sostenibile


Venerdì 4 febbraio, il Direttore dell’Area Marina Protetta Parco Sommerso di Gaiola parteciperà al nuovo incontro del ciclo di Seminari “Agenda 2030: per una Prevenzione Sostenibile" organizzato da Cervene oggi Centro Regionale di Riferimento per la Prevenzione e Gestione delle Emergenze, con il supporto del Dipartimento di Studi Politici e Sociali (DISPS) dell’Università degli Studi di Salerno e della Fondazione MIdA (Musei Integrati dell’Ambiente). Il Ciclo di Seminari mira ad approfondire ognuno dei 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile promossi nell’Agenda 2030, il programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’ONU.

Nell’incontro di venerdì 4 febbraio in cui interverrà il Direttore del Parco Sommerso di Gaiola si discuterà l’obiettivo 14, dedicato a “La vita sott’acqua”. In questa occasione il Direttore racconterà la best practice dell’Area Marina Protetta Parco Sommerso di Gaiola nella tutela e valorizzazione della fascia costiera nel contesto urbano della città di Napoli. All’incontro prenderà parte anche la Dottoressa Alessia D’Angelo, biologa presso il Centro di Ricerca e Divulgazione del Parco Sommerso di Gaiola che discuterà il ruolo chiave delle aree marine protette nell’attuazione dell’obiettivo 14, e la dottoressa Francesca Carella, professoressa di Patologia Generale e Anatomia Patologica Veterinaria presso il Dipartimento di Biologia dell’Università Federico II di Napoli, che approfondirà il tema dello sfruttamento delle risorse marine e i pericoli per la salute degli ecosistemi.

News in evidenza
News recenti
Archivio